• Livelli del Reiki

    Qui le definizioni giapponesi e occidentali del reiki.


    • Livello 1: chiamato anche Reiki I o Shoden in giapponese. Questo è un training entry-level in cui studi la storia del Reiki, impari come eseguire l'auto-Reiki e come fare Reiki, dove l' insegnante ti dice che sei limitato alla famiglia, gli amici o gli animali domestici, se ne hai.


    • Livello 2: chiamato anche Reiki II o Okuden in giapponese. A questo livello impari come usare i primi tre simboli Reiki e come eseguire tecniche di Reiki a distanza. Dopo questo livello sei considerato un praticante di Reiki e sei in grado di praticare su altre persone.


    • Livello 3: ci sono due livelli in questo caso:A e B, chiamato anche Reiki III o Shinpiden in giapponese. Questo è il livello di Master Teacher del Reiki. Al livello A, ricevi l'attivazione e del Master Reiki e impari il simbolo del Reiki Master. Mentre al livello B ti insegnano come insegnare.

     

    Seguendo questo metodo, di solito, ci si ferma al Livello 2; il terzo livello lo presentano come un obietivo inraggiungibile per questioni di tempo, difficoltà e sopratutto di denaro.

     

     

    I Livelli del Reiki Evolution

     

    Il Livello 1: è l'iniziazione di un praticante nel Reiki. L' attivazione consiste nel riaprire i canali energetici e permettere al praticante di riconnettersi con l'energia e iniziare a praticare immediatamente.

     

    Il Livello 2: si concentra sulla pratica del Reiki, oltre ad espandere l'apertura dei canali energetici. Qui si presentano i simboli e il loro significato e uso. A questo livello, lo studente avrà la capacità di inviare il Reiki a distanza.


    Il livello 3: si concentra a masterizzare la pratica. A differenza di alcuni stili di Reiki, non si prolunga sulla formazione di nuovi insegnanti.

     

    Quindi in due giorni chiunque può diventare un Reiki Master, per poi insegnare.

    Il mio suggerimento è di attendere un anno o due, aspettare che l' energia ti parli e che tu impari la sua lingua cosi da diventare un tutt’uno con essa.